T1920IT PMS C

Ieri 24 Novembre presso il salone dell'ordine dei Medici, alla presenza di tutti i Presidenti dell'annata 2010/2011, di alcuni Presidenti attuali e di diversi Soci dei vari Club, è stata consegnata alla Ass. Pallium l'apparecchiatura EasyEyes a compimento del service di Area dell'annata scorsa.Nel corso della dimostrazione della funzionalità si è potuto apprezzare il grande aiuto che la macchina può dare ai malati di Sla e patologie simili. E' stato così premiato nel migliore dei modi l'impegno che i Club e di conseguenza tutti i Soci dell'Area hanno profuso nell'annata trascorsa per ragguyngere l'ambizioso obbietivo

Nella sua lettera di novembre, mese dedicato alla Fondazione Rotary, il governatore Pagliarani racconta che “durante le visite ai club, se pur abbastanza raramente, da qualche socio che mi guarda con gli occhi furbescamente inquisitori, mi sento chiedere: “Ma la Rotary Foundation...” Lo interrompo con una domanda a mia volta: “Illustrami come e cosa sarebbe il Rotary senza la sua Fondazione”.

Introdotti dal presidente e dall’amico Gherardo Verità, Stefano Selleri (rientrato al Club dopo l’incidente che ancora gli ferma una spalla) e Umberto Conciani hanno ricordato le due eccezionali figure, recentemente scomparse, di Steve Jobs e Dennis Richtie.

Un menu tipicamente toscano ha accolto gli amici del Rotary Club "Roma Parioli" che hanno effettuato una gita a Firenze guidati dal presidente Carmelo Severino.

Il prof. Flora ha affrontato sul piano giuridico e dell’esperienza la difficile e controversa sentenza di Perugia che tanto ha fatto parlare in Italia e all’estero. Al di là dello “spettacolo” che certi processi penali inevitabilmente realizzano sui media, proprio per la notorietà dell’evento è possibile imparare – come abbiamo fatto questa sera - a riconoscere aspetti non solo tecnici del processo penale, restituendo una funzione formativa all’immediatezza della memoria.

L’assemblea, come tradizione molto partecipata, ha archiviato l’anno 2010-2011 approvandone il rendiconto non senza alcuni interventi critici.
L’assemblea ha quindi unanimemente confermato quale revisore l’amico dott. Giuseppe Rogantini Picco.
In prosecuzione i presenti, a larghissima maggioranza, hanno infine respinto la proposta di divisione del Distretto 2070 secondo i confini amministrativi tra Emilia-Romagna e Toscana.