T2021EN PMS C

Il Ryla Internazionale organizzato dal Club di Paris La Defene Courbevoie

 

Dal 2015 il Rotary Club con noi gemellato di Paris La Defense Courbevoie organizza alla fine di Novembre una manifestazione equivalente alle manifestazioni RYLA distrettuali a livello internazionale con partecipanti non solo dalle quattro nazioni della Qudrangolare quindi Francia , Italia, Germania, Belgio ma aperto anche a rappresentanti di altri Paesi Europei nonchè del resto del mondo

 

Nel 2015 la prima borsista del Firenze Est è stata Claudia Caluori che al suo rientro ha scritto questo breve testo:

"Il mio RYLA ha avuto luogo il 21 -22 Novembre 2015, otto giorni dopo la tragedia del Bataclan a Parigi. E' stata un'esperienza intensa da un punto di vista emotivo, umano, visto il periodo, e naturalmente professionale. Ho avuto la possibilita' di confrontare la mia esperienza di giovane professionista con i colleghi francesi, quindi con diverso background culturale e linguistico,  e gli esperti rotariani presenti. Con il RYLA ho integrato le basi della mia carriera come consulente legale che spazia tra Italia, Francia, Regno Unito, Libano ed Emirati Arabi Uniti."

 

Nel 2016 è stato Giacomo Geronico Orlandi a partecipare :

"Nel novembre 2016  ho avuto l'opportunità di partecipare al RYLA organizzato a Parigi da Daniel Haumont e dal Rotary Club Paris La Defense. Il weekend è stato incentrato su come affrontare al meglio l'ingresso nel mondo del lavoro in Francia e nei paesi anglosassoni. I seminari in inglese e in francese, le attivita di gruppo e gli esercizi individuali sono stati un'esperienza coinvolgente e un momento di grande crescita professionale. Sono intervenuti professionisti ed esperti che hanno discusso temi utili ed importanti: public speaking, intelligenza emotiva, networking per citarne alcuni. Ho anche avuto modo di confrontarmi e fare amicizia con tanti ragazzi francesi con cui sono rimasto in contatto. Considerata l'esperienza estremamente positiva, consiglio a tutti i Rotaractiani di provare almeno una volta il RYLA!"

 

nel 2017 David Grifoni è stato il nostro borsista

"Nel dicembre del 2017 mi trovavo alla Gare Du Nord e lasciavo Parigi dopo aver partecipato al Ryla Internazionale presso il Rotary Parigi La Defense. Non era uno dei tanti rientri da una splendida capitale europea, felici e un po’ nostalgici. Era l’inizio di un nuovo viaggio.

Due soli giorni di lavori erano stati sufficienti per lasciare un vivo ricordo nei sentimenti di tutti i partecipanti e, soprattutto, nuovi strumenti e ambizioni per guardare al futuro. Donne e uomini di grande esperienza e straordinaria umanità avevano dedicato tempo ed amicizia a noi giovani ryliani, facendoci depositari della loro esperienza come professionisti, cittadini e rotariani nel mondo.

Dei vari argomenti affrontati, tutti si sono rivelati idonei a preparare alle sfide di un prossimo futuro professionale: dalle tecniche di valorizzazione delle proprie doti nei vari ambiti lavorativi e sociali, all’impiego della propria figura professionale in una realtà globale e multiculturale, fino a scandagliare il potenziale delle più recenti tecnologie in ambito relazionale. Tutto senza mai perdere di vista i basilari principi etici di una pacifica convivenza sociale.

Soprattutto, le ore trascorse insieme, nei ritmi serrati di un seminario intensivo, hanno ben presto creato la consapevolezza di essere divenuti parte di una realtà più grande. A condividere quell’esperienza, infatti, eravamo studenti e professionisti provenienti da diversi stati e continenti, tutti rivolti alla scoperta dei benefici che l’uomo può trarre impegnando le proprie forze in una società di connessioni transnazionali. Al termine di quei giorni, mi trovavo così ad avere nuovi amici, nuovi mondi e, soprattutto, il coraggio e la determinazione che nascono dalla consapevolezza di far parte di una catena di persone che lavorano al bene comune.

A quel tempo, la mia prima fermata dalla Gare du Nord sarebbe stata la stazione di King’s Cross, a Londra, dove mi sarei fermato per conseguire un master in diritto internazionale e per una successiva esperienza professionale. In quel diverso contesto, gli insegnamenti del Ryla hanno subito dato i loro frutti, permettendomi di integrarmi in una diversa realtà culturale e professionale, coltivando rapporti e conseguendo risultati destinati a durare. Oggi il viaggio continua, con la consapevolezza che quanto così benevolente dispensato dalla famiglia rotariana non potrà che essere speso con gratitudine ed altrettanto affetto, per contribuire alla causa di tale famiglia."

 

Nel 2018 Matteo Giacchetti ha partecipato alla manifestazione lasciando come testimonianza questo video 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel 2019 è stato  Francesco Zingoni a partecipare . Francesco , laureato a Firenze in Governo e Direzione d’Impresa, è stato tra i fondatori dell’Interact Firenze Est e presidente del nostro Interact e ora socio Rotaract. Con una partecipazione RYLA dei Distretti 2071-2072 nel 2017, è stato il candidato ideale per l’edizione internazionale promossa dal nostro club contatto di Paris La Défense Courbevoie. 

Della sua esperienza parigina, nel novembre 2019 ci ha scritto Francesco, avendo ‘’partecipato al RYLA distrettuale pensavo di sapere cosa mi avrebbe aspettato: ma mi sbagliavo. Il weekend è stato incentrato sul conoscere se stessi e sul saper valorizzare i propri punti di forza in un’ottica di employability [capacità di trovare e mantenere un impiego, ndr ]. I seminari e gli esercizi personali e di gruppo – tutti tenuti in inglese - sono stati un'esperienza coinvolgente e un momento di grande crescita professionale e - sopratutto - personale. I professionisti intervenuti ci hanno parlato di temi utili ed importanti: dai pericoli dei social network, all’intelligenza emotiva passando per il public speaking [parlare in pubblico, ndr ] e molto altro ancora. Tutte queste esperienze sono state arricchite dall’aver condiviso questa “avventura” con ragazzi provenienti da tre diversi continenti con i quali si è creato un bellissimo rapporto di amicizia dimostrando - ancora una volta - come il Rotary possa connettere il mondo’’.