T2021EN PMS C

Sono circa un milione e mezzo i disabili intellettivi in Italia ma un ottavo della popolazione (che vuol dire sfiorare i 4,5 milioni) manifesta difficoltà quotidiane che possono avvicinarsi a quanti nascono in condizioni peggiori. All’ampiezza del problema purtroppo non corrisponde un impegno rilevante da parte della mano pubblica che, anzi, per vari motivi, si trova spesso a lasciare alle famiglie le problematiche più dure della quotidianità.

Il programma dei Club dell'Area Medicea è disponibile in area riservata nella cartella dedicata al  2012-2013 in versione Pdf

Con la guida del direttore Jengo e del segretario Frullini il palazzo costruito dall’arch. Gamberini ha svelato i suoi tesori artistici e le funzionalità produttive di radio e televisione.

Con le note del Coro della Ruota (nel quale militano anche i nostri Azzaroli, Bozzalla Canaletto, Cigliana e Gheri) la riunione si è aperta nell’attesa del risultato di Italia-Germania vissuta con sobrietà attraverso un maxi-schermo posto sulla terrazza prospiciente il Centro Tecnico di Coverciano.

Prima meridiana dell’anno ospitata all’Hotel Minerva per indisponibilità del Mediterraneo. In apertura di riunione il presidente Cobisi ha consegnato a Tiziano Chiappini storico prefetto e quest’anno consigliere all’azione interna, il PHF con un pietra mentre il past-president Giancarlo Taddei Elmi lo ha conferito (PHF con due pietre) a Paolo Penco per la sua attività nell’anno appena trascorso.

Fosco Maraini (1912-2004), padre della scrittrice Dacia, fu un personaggio poliedrico della cultura italiana del Novecento. Di famiglia ticinese trapiantata in Italia, traversò l’Asia più volte finché si stabilì con la famiglia in Giappone, dove rimase bloccato dalla II Guerra Mondiale e – dopo l’8 settembre – prigioniero, con i suoi.