T2022EN PMS C

 

La XII edizione del Teatrotary si è conclusa, ancora una volta col tutto esaurito a Villa Arrivabene e un buon risultato a favore del programma POLIO PLUS spiegato a quanti, complice il fresco del giardino, hanno raggiunto il teatro.

Il Rotary dissemina anche così i suoi impegni.

Sul palcoscenico i “Guelfi e Ghibellini” in LA SPERANZA L’E’ L’ULTIMA A MORIRE di Antonella Zucchini, presente in sala e applauditissima alla fine. La storia si conclude con un matrimonio annunciato tra la giovane Bianchina e il raddrizzato Ugo dopo che i personaggi si erano indaffarati per trovar marito alle zie Ida e Eda, ormai un po’ invecchiate.

Meglio così si festeggi la nipote anche se, appunto, l’apparizione di un medico scapolo sul finire della com media, ridà speranza alle due donne. Guardare avanti, insomma, sempre.

E a proposito, c’era anche un simpatico accompagnatore alle nostre serate, un cagnolino anonimo che ha approfittato del fresco e talvolta sottolineato a modo suo le scene più divertenti, segno che il teatro non ha confini.

Il Presidente ha riassunto il nuovo statuto del Rotary e successivamente esposto le scelte della sua annata, confermando l’attenzione per il settore ferroviario, dove è ha svolto la sua attività di ingegnere, anche promuovendo visite nel luoghi dove i non addetti ai lavori non avrebbero mai accesso, come i cantieri dell'alta velocità.

Prevederà, almeno una volta al mese, riunioni fuori sede, oltre alle tradizionali uscite del Club. Per questo ha chiesto la collaborazione attiva di tutti i soci nel proporre idee interessanti da sottoporre all'attenzione del Consiglio.

Il presidente, come prima riunione di settembre, ha proposto di inserire nel calendario una visita pomeridiana al Museo Marini con l'intento di coinvolgere anche le famiglie dei soci.

Terzo lunedì questo 19 luglio per la stagione del XII Teatrotary, rassegna di compagnie amatoriali a Villa Arrivabene, sede del Quartiere 2, col quale è in corso una proficua collaborazione. Teatro pieno  utilizzati tutti i posti disponibili.

Gli Acquainbocca hanno presentato Trippa e poesia… riportandoci nella Firenze di sempre, povera e struggente, dove il trippaio sogna d’esser poeta e viene buggerato da un gruppo di finti nobili.

Grazie alla figlia, simbolo della volenterosa operosità, troppo spesso ignorata delle donne di questa città, riuscirà a recuperare il maltolto e anche ad avere successo come poeta.

Applausi negli intervalli al duo Tommaso Bellucci  e Kevin Donvito, quest’ultimo autentica rivelazione della edizione 2021 del Teatrotary, anche in veste di mago. Ad maiora!

La prima riunione meridiana da molti mesi. Una ventina i presenti che hanno ripreso la tradizione. Assente il presidente ha guidato l’incontro il vice-presidente Giancarlo Taddei Elmi.

Appena entrato, il nuovo socio Giuseppe Ferraro ha avuto la possibilità di raccontare la sua traiettoria professionale e personale. Dall’azienda vitivinicola paterna, un lungo cammino formativo (maturità classica e laurea in economia e commercio) e quindi la carriera di dirigente finanziario in importanti industrie (attualmente Thalés, che si occupa di infrastrutture per la sicurezza nella difesa e nei trasporti). Esperienze che lo hanno condotto anche in Egitto e nei paesi del Golfo.

Spirito di servizio e solidarietà lo hanno portato ad autocandidarsi a socio del Rotary attraverso la piattaforma online del Rotary internazionale, che ha interessato il distretto e poi il nostro club per contattarlo. Affidato a Giovanni Petrocchi, istruttore del club, ha avuto modo di conoscerlo e di valutarne le caratteristiche fino a presentarlo al club.

Il vice presidente Taddei ha sottolineato l’importanza delle modalità di ammissione per avere soci che provengano anche al di fuori di ristretti ambiti amicali.

Tradizionale serata al Golf, allietata dalla cantante Barbara Vignali e dalla danzatrice Carlotta Tempestini, in equilibrio nella sfera in piscina.

Diffuso il nuovo libretto con statuto, regolamenti e integrazioni recentemente approvati dall’assemblea dei soci. La PDG Letizia Cardinale è stata invitata dal presidente Giuliattini a dare alcune impressioni della sua difficile annata che Letizia ha condiviso, nella sua squadra distrettuale, con i nostri Tredici, Azzaroli, Cigliana, Petrocchi e Reali, ciascuno assegnatario di un PHF (Marcello Tredici della dignità di benefattore della RF) quale segno di una partecipazione di tutto il Firenze Est alla vita del distretto.

Accoglienza degna di un luogo affascinante da parte della gestione della ristorazione guidata a distanza dal sig. Carmine, al quale rivolgiamo i più cari auguri di ristabilimento.

Gli amici Rodolfo Cigliana e Giovanni Squarci hanno consegnato alla Scuola primaria San Lorenzo – Le Rose di Impruneta il Premio Egisto Squarci, scelta tra le pagine del Campionanto di Giornalismo del quotidiano La Nazione nella categoria volontariato. Pubblicata lo scorso 11 febbraio la pagina ha rappresentato lo stato d’animo positivo dei volontari e le loro motivazioni dando loro voce. I giovani giornalisti (IV e V elementare) hanno usato un linguaggio semplice e non retorico. La scuola ha ricevuto dal nostro Club materiale elettronico utile per le attività sia in classeche a distanza.Il Premio è intitolato a Egisto Squarci, giornalista scientifico  che negli ultimi anni della sua vita aveva portato la sua esperienza nelle scuole per spiegare e imparare come nasce un giornale.