anno 2023 2024      

 

E’ iniziata a Wiesbaden la Quadrangolare dei Club Contatto con gli amici tedeschi, francesi e belgi. Il presidente Taddei Elmi  sta guidando la nostra delegazione in una serie di riunioni che riannodano i legami di amicizia ultraquarantennali del nostro Club con tre Paesi d’Europa con i quali l’Italia ha relazioni estremamente significative.

Affidata a Giannina Poletto, la conversazione di oggi si è snodata – con l’aiuto di magnifiche immagini – intorno alle meraviglie del sole, la stella sotto la quale tutti viviamo. Numerose le considerazioni (anche degli amici presenti) sugli effetti del sole sul clima e sulla nostra esperienza quotidiana anche se oggi, come ha sottolineato Giannina, sono soprattutto i satelliti e i computer a farci conoscere a fondo il sole, aprendo possibilità di ricerca che solo pochi decenni fa erano impossibili.

 

E nella giornata in cui è stata proprio una nostra socia a essere protagonista si celebra il XXV dell’ingresso delle donne nel Rotary.

L’arch. Fabbri, dopo aver lavorato alla ricostruzione e al restauro di importanti teatri italiani, dalla Scala alla Fenice, ha assunto l’incarico di commissario per la costruzione del nuovo teatro del Maggio a Firenze, opera in parte inaugurata lo scorso dicembre e tra le più discusse e significative della città.

L’assemblea dei soci, come tradizione molto partecipata, ha approvato con ampia maggioranza la proposta di incremento della quota sociale di Euro 25,00 a trimestre a partire dal 1° luglio 2012. I documenti oggetto dell’assemblea sono stati diffusi a tutti i soci nei giorni precedenti per posta elettronica.

Il dott. De Simone, esperto magistrato e rotariano, ha presentato con chiarezza e passione le criticità della tematica familiare oggi esposta a numerosi venti di cambiamento e nello stesso tempo invocato porto di tante navigazioni incerte dei nostri giovani e giovanissimi, come dimostrano le esperienze degli affidatari di minori. Interventi di nostri soci hanno permesso interessanti approfondimenti e considerazioni che non mancheranno di costituire la base di futuri dibattiti

Promosso dal nostro Club con il forte impegno dell’amico Di Sepio, il progetto ha coinvolto otto Istituti Superiori fiorentini. E’ il "Salva la Vita" con cui anche quest’anno si è potuto insegnare ai giovani le pratiche e le teorie del primo soccorso. Il corso primario di soccorso si suddivide in due ore, una dedicata alla pratica e l'altra alla teoria.