T1920IT PMS C

Prima serata della nuova stagione. L’Accademia del Salotto (cinque attrici e un solo attore) ha rappresentato in Gialloangie una curiosa storiaccia londinese, in cui un annuncio sul giornale (‘’ci sarà un omicidio a mezzanotte’’ a un certo indirizzo, dove abita un’inconsapevole ragazza) attira due squinternate amanti dei gialli e una coppia che scopriremo solo alla fine aver architettato tutto per un gioco d’amore estremo. Inquietante ma anche un omaggio ai grandi giallisti d’oltre Manica per i quali – fortunatamente – la Brexit non vale.

Nella prima serata il past president Fabrizio Fantini ha consegnato, con il successore Selleri e altri amici un defibrillatore donato dal Club alla Sala Esse, il teatro che da 11 anni ci ospita e che così potrà garantire un’ulteriore sicurezza al pubblico.


La rassegna di teatro amatoriale promossa dal RC Firenze Est a favore del programma End Polio Now della Rotary Foundation si svolge alla Sala Esse (via del Ghirlandaio, 38 - Firenze) con la quale da anni il club conduce una fortunata collaborazione concretizzatasi quest’anno con la installazione di un defibrillatore da parte del Firenze Est. La stagione teatrale di febbraio, ormai una tradizione con cui il Rotary si apre alla città, permette a tutti di partecipare agli spettacoli con un’offerta libera che anno dopo anno è riuscita a far totalizzare oltre 33.000 euro finora donati al programma contro la polio. Associandosi a questa campagna capillare della Rotary Foundation in
 tutto il mondo, il Rotary Club Firenze Est riesce anche a coinvolgere e valorizzare il teatro amatoriale che tanto dedica in tempo e volontà al pubblico e alla diffusione della più antica forma di rappresentazione della vita umana. La formula è semplice.

Tre compagnie – quest’anno L’Accademia del Salotto diretta da Ubaldo Masi specializzata in un repertorio brillante e attuale; Acquainbocca guidata da Gianluca Truppa, impegnata in una visione tutta locale dei social con cui proprio tutti sono alle prese e la Compagnia teatrale Marcignana, attiva da 40 anni con una commedia dal sapore parodistico di sicuro successo - partecipano alla gara di cui il pubblico, senza distinzioni, compone la giuria. Alla serata finale una compagnia vincitrice di un’edizione precedente ripropone un suo spettacolo prima che si sveli la vincitrice di quest’anno. E dunque il 24 febbraio saranno I Malandra a mettere in scena il famoso Nonne squillo di Dory Cei, indimenticabile attrice radiofonica e interprete in teatro di una bella fetta della scena vernacolare fiorentina di cui riassaporeremo l’aria retrò anni settanta, una vera scoperta anche per i più giovani. Per saperne di più grande opportunità sulle reti sociali, @teatrotary ma anche inviando un messaggio al numero 3487880448