T1920IT PMS C

Lunedì 4 febbraio, con un bel pubblico, si è inaugurata alla Sala Esse (via del Ghirlandaio, 38 – parcheggio gratuito interno, ore 21) la decima edizione di Teatrotary. In scena Il Chiodo Fisso (nella foto mentre ricevono gli applausi del pubblico) con la divertente commedia in vernacolo Se la moglie l’è molesta si divorzia e si fa festa, testo molto anni 70, l’epoca del divorzio, qui evitato dalla consapevolezza delle irreparabili conseguenze sugli equilibri familiari e per il sorgere di amori incrociati, tutto in modo molto delicato, come si conviene ad una serata divertente, volata via in un attimo.

Attori bravissimi anche perché, causa influenze, le sostituzioni sono state fatte all’ultimo momento e Gianluca, il protagonista, non ha mancato l’appuntamento nonostante la febbre alta. Torna così la rassegna per raccogliere fondi per la Rotary Foundation per l’annullamento della poliomelite nel mondo, che quest’anno è cresciuta passando da 4 a 8 serate.

Il Rotary Firenze Est, grazie a TeatRotary, in 9 anni ha donato al programma quasi 30.000 euro al progetto. La serata finale si terrà l’8 aprile e vedrà la partecipazione di una nuova compagnia, i ‘Ritrovati al Boccherini’, che precederanno con la loro esibizione festeggiamenti e premiazioni ma intanto è già tempo della seconda commedia, lunedì 11 con Gli squinternati (Maremma maiala!) che sfideranno in diretta il ritorno del Commissario Montalbano in tv. Dicono i saggi che Montalbano si può rivedere su internet mentre la commedia se non vieni a teatro non la vedi! Meditate pubblico, meditate.