T1819IT RGB

Mettere insieme persone difficili, perché impegnate, diverse ma riuscirci. E’ riassumendo questo pensiero espresso dal Papa Paolo VI nel 1965 che il presidente Prof. Francesco Tonelli ha condotto il suo intervento di apertura della cerimonia con cui il club ha festeggiato questo sabato i suoi 50 anni. Il presidente ha ripercorso i numerosi service realizzati a favore della comunità e ha sottolineato i risultati ottenuti confortato da una presenza davvero compatta di soci, familiari ed amici. La presenza è stata di un sonoro 60% nel primo sabato di pieno sole che il luogo scelto per la riunione ha esaltato.

Il presidente ha consegnato all’amico Zerauschek un riconoscimento per i suoi oltre 40 anni di appartenenza al club che lo rendono il rotariano di più lungo corso del Firenze Est di oggi. Il premio assiduità è andato invece all’amico Belloni. E dopo gli amici più presenti Francesco Tonelli ha accolto il past-president del RC Wiesbaden Rheingau, in rappresentanza dei club gemelli, dott. Michael Germann che si è rivolto in un ottimo italiano agli amici presenti regalando al presidente un volume sulla sua città.


Scambio di doni e guidoncini anche con gli amici Mazza, del RC Napoli Ovest, giunto quest’anno anch’esso al traguardo dei 50 anni di fondazione, e Sabia del RC Firenze Lorenzo Il Magnifico. Con gli interventi di Lorenzo Contri, Fabrizio Fantini e Luigi Cobisi è stata data la parola a tre soci con esperienze e impegni diversi nel club. Lorenzo si è concentrato sulla sua storia familiare, figlio di rotariano di questo stesso club. Fabrizio ha raccontato un Rotary diverso da quello odierno, dove approdò all’inizio degli anni 80 e di cui dopo oltre 35 anni sarà presidente il prossimo anno. Luigi ha esposto alcune caratteristiche del nostro Club, soffermandosi poi sulla figura storica del fondatore avv. Lamberto Ariani che proprio il 14 aprile avrebbe compiuto 98 anni. Luigi è anche, insieme con Sandra Manetti e Giuliano Sistini, l’autore del libro corredato da una simpatica penna USB piena di immagini, che è stato distribuito ai presenti, sulla storia di 50 anni.

Importante l’intervento del Rettore Prof. Dei, concentratosi sulla sfida della conoscenza, un tema universale ma che ognuno interpreta secondo la propria capacità e le proprie libertà. L’intervento del prof. Dei è pubblicato sul libro diffuso oggi.
Emozione per la consegna del distintivo a P. Bernardo Gianni, abate di San Miniato, la basilica che compie 1000 anni quest’anno e che ha accolto con grande gioia il nostro invito. Un altro socio onorario, il presidente del Consiglio regionale Giani, è quindi intervenuto con un saluto nel quale ha sottolineato il ruolo del club in manifestazioni pubbliche come il Premio Columbus.
Quando la parte seminariale è finita il pranzo ha degnamente completato la giornata, senza cerimoniale ma in viva allegria e simpatia gli uni verso gli altri. A fine pranzo il sindaco Nardella ha portato al presidente Tonelli il suo saluto completando i contatti istituzionali della giornata.

A seguire  l’intervento del presidente del Rotaract Firenze Est Jacopo Curradi che ha portato la sua esperienza di presidente nell’anno cinquantenario del suo club, voluto dal nostro Rotary subito dopo la fondazione. Jacopo è stato anche impegnato nella celebrazione del 50° Rotaract avvenuta a Firenze il 7 aprile.

L’intervento del prof. Dei sulla conoscenza ha attratto la massima attenzione da parte dei presenti.
Il testo è inserito nel libretto distribuito come supplemento al bollettino.