T1920IT PMS C

Il R.C. Firenze Est in Interclub con il R.C. Valdisieve ha avuto l'onore di poter avere tra i suoi ospiti della serata il rotariano onorario Onorevole Magdi Cristiano Allam. Giornalista esperto dei problemi del mondo arabo e ora eurodeputato per il Movimento “ Io amo l'Italia

 inserito nel gruppo del Partito Popolare Europeo, ha a lungo intrattenuto la sala ponendo in luce le forti criticità e problematiche che l'integrazione tra i mondi arabo e cristiano comporta e sulla preoccupante assenza di un modello di sviluppo solidale condiviso. In questo momento storico è forte la percezione della perdita delle radici cristiano-giudaiche nell'Europa unita. Il suo movimento si incarica di risvegliare le coscienze degli italiani e degli europei sui rischi che possono scaturire dalle derive laicistiche presenti nel diffuso relativismo che avvolge le coscienze dei singoli. Secondo il relatore, all'Europa della moneta unica non è seguita quella dei valori condivisi. Alla globalizzazione economico-finanziaria non è seguita quella della dignità umana. Le politiche integrative italiane ed europee non nascono da uno spirito laico che trae le sue basi morali dalla religione cristiana sua genitrice ma da una diffusa esclusione della dimensione spirituale dalla sfera pubblica. Questa situazione, se da una parte formalmente genera un appagamento egualitario per noi occidentali, per il mondo dell'ortodossia islamica costituisce l'occasione per affermare i propri valori religiosi così da noi distanti. Quanto siano diversi nella considerazione del valore cristiano della tolleranza i due mondi ne sono dimostrazione i fatti del gennaio 2009 , quando migliaia di fedeli dell'islam pregarono provocatoriamente davanti al Duomo di Milano e a S.Mari a Maggiore a Bologna. Un'ulteriore conferma di quanto sia ancora lungo il cammino da seguire per una integrazione tra queste due culture è la scorta che le Autorità di Polizia italiane hanno concesso a protezione dell'Onorevole Allam, più volte minacciato di morte dai fondamentalisti islamici.

 

 

Magdi Cristiano Allam, già vice-direttore del Corriere della sera, è un notissimo scrittore e giornalista di origine egiziana, oggi parlamentare europeo. Il suo amore per l’Italia, raccontato in un celebre saggio che ha poi dato nome anche al suo movimento politico, è nato sui banchi delle scuole italiane al Cairo e ad Alessandria. Particolare significato ha assunto la sua adesione al cattolicesimo che lo condusse – la notte del 22 marzo 2008, durante la Veglia pasquale – a ricevere il Battesimo, la Cresima e l’Eucaristia in San Pietro da papa Benedetto XVI. E’ alla figura di quest’ultimo che egli attribuisce parte della sua decisione avendolo “ammirato e difeso da musulmano per la sua maestria nel porre il legame indissolubile tra fede e ragione come fondamento dell’autentica religione e della civiltà umana, e a cui aderisco pienamente da cristiano per ispirarmi di nuova luce nel compimento della missione che Dio mi ha riservato”. La presenza di Allam alla nostra riunione, proposta in consiglio dall’amico Tiziano Chiappini, ha favorito un significativo dibattito sulla situazione attuale nel Mediterraneo e i rapporti tra le religioni.