T2022EN PMS C

 

Premio Columbus 2008 (XXVII^)

Una vasta partecipazione in Palazzo Vecchio e un’affollata conviviale hanno sottolineato l’affetto con cui i rotariani fiorentini seguono il Premio Columbus, assegnato quest’anno alla Società Ferragamo, all’Istituto Europeo di Oncologia e alla memoria di Oriana Fallaci. Vivo interesse per la conferenza del prof. Cipriani su “La Firenze armatrice e il porto di Livorno”. Il relatore ha associato le libertà garantite dai granduchi a Livorno come esempio dal quale i Padri Pellegrini trassero le future regole della loro nuova Patria americana. Il legame con l’America dei tre premiati è stato evidenziato dalla storia di Salvatore Ferragamo, emigrante negli Stati Uniti negli anni venti che successivamente scelse Firenze per il suo rientro in Italia e dalla volontà di unire le migliori esperienze mediche dell’I.E.O. di Milano. La storia di Oriana Fallaci è poi nota a tutti. I suoi anni americani, soprattutto quelli raccontati nel libro dedicato agli astronauti che si preparavano alla avventura lunare, sono eccezionali per esperienza e attività.

Il Premio Columbus, ha detto il presidente della Commissione A. Pratesi, è ormai pronto a divenire autenticamente di tutta la città e di tutti i suoi rotariani, un invito raccolto dal Governatore Terrosi che ha indicato questa via per il futuro del Premio, al quale – accanto al Comune di Firenze – hanno dato il loro appoggio il Consiglio Regionale della Toscana, la Cassa di Risparmio e il Consolato degli Stati Uniti d’America.

 

Premio Columbus 2009 (XXVIII^)

Columbus Day a Firenze. Il 12 ottobre – su iniziativa del Rotary Club Firenze Est in collaborazione con il Comune di Firenze – nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio premiazione di due protagonisti dell’impegno italiano tra le due sponde dell’Atlantico. Nel segno di Colombo, l’ing. Gabriele Dal Torchio – amministratore delegato della Ducati, segno di eccellenza nello sport e nella tecnica motoristica – e il prof. Leonardo Masotti – ordinario della Facoltà di Ingegneria e uno dei massimi esperti internazionali dell'utilizzo del laser – sono i prescelti del Premio Columbus 2009, in riconoscimento del contributo italiano allo sviluppo delle relazioni con le Americhe nel mondo imprenditoriale e scientifico.

 

Il Premio Columbus ricorda il 12 ottobre 1492, quando il grande navigatore genovese sbarcò sul suolo americano estendendo a un nuovo continente i confini di una civiltà dell’ingegno, della cultura e dell’arte a cui l’Italia, e in particolare Firenze, avevano dato il massimo contributo. Una data che gli Stati Uniti d’America festeggiano ogni anno in ricordo della loro mai dimenticata filiazione da una composita patria europea e che in Spagna è festa nazionale tanto fu l’impatto di Colombo su quella grande nazione.

 

In Palazzo Vecchio la premiazione è stata preceduta dalla tradizionale lezione dedicata alla storia degli italiani in America, quest’anno sull’ìnventore del telefono Antonio Meucci ed affidata al prof. Zeffiro Ciuffoletti.

 

Messaggio del Presidente del Rotary Club Firenze Est

Il 12 ottobre è la ricorrenza della scoperta dell’America da parte del mio conterraneo Cristoforo Colombo, che nel 1492 segnò la fine dell’era medioevale e l’inizio dell’era moderna. Un evento epocale che vogliamo qui ricordare in funzione delle molteplici relazioni sviluppatesi nel tempo tra il vecchio ed il nuovo continente e che anche in America è celebrato con l’odierno Columbus Day.
2009salutodelpresidente
Il Presidente Giuliano Sistini indirizza il proprio saluto agli intervenuti

 

Scopo del Premio è conferire un riconoscimento a coloro che si siano particolarmente distinti nel campo dell’arte, della scienza e dell’impresa per lo spirito e la volontà dello “scoprire” propria del navigatore ligure. Della preminenza del Premio Columbus nello scenario fiorentino è sicura testimonianza la personalità dei premiati in tutti questi anni; la memoria corre, uno per tutti, a Mike Bongiorno, premiato nel 2004 e recentemente scomparso. Da più parti viene auspicato il coinvolgimento di tutti i Rotary Club Fiorentini nel Premio Columbus; posso solo dire che un processo in tal senso è già iniziato e che nei prossimi mesi gli organi competenti saranno chiamati a deliberare in merito. Rivolgo le più vive congratulazioni ai premiati, un plauso al Prof. Ciuffoletti per la sua dotta ed interessante orazione, ed infine i più sentiti ringraziamenti al Governatore Mario Baraldi per l’autorevole partecipazione, a Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Comunale di Firenze per il suo intervento che testimonia l’interesse dell’Autorità comunale a far sì che il Premio Columbus salga sempre più in alto, alle Autorità civili e militari intervenute per l’onore che ci hanno riservato con la loro presenza. Un ringraziamento particolare va pure al Comune di Firenze, al Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze ed al Real Colegio de Espana che hanno concesso il loro patrocinio ed alla Cassa di Risparmio di Firenze per il suo tradizionale sostegno. Un grazie di cuore agli amici ed amiche rotariani ed ai gentili signori e signore che hanno partecipato alla nostra cerimonia.