T1920IT PMS C

Il Rotary Club Firenze Est ha assegnato il “Premio Testimonianza Rotary Club Firenze Est-Barbara Bona” all’Associazione Trisomia 21 Onlus, presieduta da Antonella Falugiani.
L’entusiasmo con cui la premiata ha spiegato l’attività dell’associazione e la sua stessa esperienza personale è il segno più evidente di una scelta che la Commissione (Fossi, Bellucci, Cobisi, Fioretto) ha centrato l’obiettivo nel solco di un premio che nacque da un’opera di Bino Bini e fu istituito sotto la presidenza di Giorgio Colzi nell’anno rotariano 1976-77.

Il Premio fu seguito con attenzione e dedizione da alcuni dei più importanti soci del club di quegli anni e rinnovato più volte, in particolare nel decennio finale del secolo da Anton Giulio Sesti, precisando come il premio si inserisse nell’ideale rotariano del servire al di sopra di ogni interesse personale onorando persone e enti che fanno più del proprio dovere. Il Premio Testimonianza da quest’anno ha assunto la denominazione “Premio Testimonianza Rotary Club Firenze Est – Barbara Bona” in seguito al lascito finalizzato al premio che la defunta Maria Vittoria Innocenti ha voluto in memoria di Barbara Bona.

In questa significativa XXXIX edizione si è voluto accentuare questo legame giacché Barbara Bona era una giovane down, conferendo il premio, dotato di 10.000 euro, all’Associazione Trisomia 21 Onlus, centro sanitario di riabilitazione per persone con sindrome di Down e disabilità intellettive, socio fondatore della Unidown Onlus, Socio del Coordown Onlus (Coordinamento nazionale persone con sindrome di Down) tra l’altro sede di tirocinio pre-laurea in convenzione con l’Università di Firenze (Facoltà di Scienze dell’Educazione e della Facoltà di Psicologia). L’Associazione di promozione sociale “Trisomia 21 Onlus” è sorta nel 1979 per volontà di un gruppo di famiglie con figli con la sindrome di Down. L’attività si sviluppa grazie alla piena collaborazione tra genitori, professionisti e volontari, sorta per condividere le esperienze di ciascuno e sostenere lo sviluppo dei propri figli, affrontando insieme le comuni difficoltà. Ed è questo non arrendersi ma anzi trarre forza dalle difficoltà che il Rotary Club Firenze Est ha voluto interpretare i sentimenti di grande riconoscenza per l’opera che l’Associazione Trisomia 21 Onlus svolge a favore di persone alle quali va tributata tutta la nostra solidarietà e vicinanza.
Ricevendo il premio Antonella Falugiani ha sottolineato che pensando ai suoi ragazzi occorre pensare a un bambino “anche” down, cogliendo la sfida che, come hanno dimostrato le tre giovani che l’hanno accompagnata descrivendo alcuni aspetti della loro vita. Il tema del lavoro e della autonomia è stato discusso con realismo durante la nostra riunione cui si è aggiunto un contributo scientifico della prof. Maria Luisa Giovannucci, per molti anni attiva al Meyer che ha spiegato l’evoluzione dell’approccio alla sindrome di Down