T2223 EN Vertical CMYK     

 

Lasciando l’incarico al termine di un anno ancora parzialmente caratterizzato dalle limitazioni imposte dalla pandemia, Gian Luigi Giuliattini Burbui ha ricordato le tante iniziative del club in questi tempi difficili e passato al giovane Enrico Fantini il collare che riporta i nomi di tutti i predecessori, segno di una continuità nel rinnovamento che già nella sua prima lettera ai soci, il nuovo presidente non aveva mancato di sottolineare: ‘’il Rotary – scriveva Enrico Fantini - in una società del cambiamento come quella odierna, con i valori dell’Amicizia e del Servire è stato sempre attivo e sta ancora oggi attraversando questi momenti restando un punto fermo per le nostre comunità; il Rotary Club Firenze Est con le sue attività è stato e resta ancora oggi un importante luogo di incontro per i Soci e di riferimento per la nostra città’’. Ne è una dimostrazione il recente riconoscimento da parte della Fondazione Rotary al nostro Club.

Annunciando il programma che presenterà nella prossima riunione del 14 luglio a Villa Fiesole, Fantini ha ricordato il motto della Presidente del Rotary Internazionale Jennifer Jones: Imagine Rotary, aggiungendo ‘’che ognuno di noi debba immaginare il Rotary di oggi e del prossimo futuro perché in questa società parcellizzata in un insieme di singoli spesso disorientati e oggi sempre più travolti dalla velocità del cambiamento, il Rotary debba riaffermarsi come un luogo di eccellenze e soprattutto cerchi di interpretare quel ruolo di minoranza creativa nella propria realtà sociale di riferimento dove poter continuare a ritrovare quei valori che ci ha trasmesso Paul Harris che sono alla base di un vivere pacifico e felice in comunità.

Nella storia in tanti momenti piccoli gruppi ne hanno determinato la sua evoluzione e l’avvento di momenti costruttivi e di prosperità. A quello dobbiamo pensare...Il cambio di tanti equilibri internazionali, la messa in discussione di alcune certezze di modelli economici, organizzativi e sociali, gli sconvolgimenti ambientali a cui l’uomo sta andando incontro non possono e non devono minare in noi quella forza dei valori dell’amicizia, del servire, della solidarietà e della libertà che contraddistinguono l’essere rotariani’’.

Nel corso della serata assegnati due PHF agli amici Isler e Spagli. Il Firenze Est avanza verso il traguardo di 100% PHF.A fianco un gioioso ritratto del nuovo direttivo con alcuni amici a fine serata.