T1718IT PMS C

L’edizione 2017 del Premio Testimonianza Barbara Bona ha visto la consegna del riconoscimento (dotato di Euro 4.000,00) ad una delle più antiche istituzioni della città, l’Istituto degli Innocenti e all’associazione Pianeta Elisa di Borgo San Lorenzo. Come ha sottolineato il presidente della commissione del premio G. Fossi , il Testimonianza è indirizzato a personalità e istituzioni che fanno più del proprio dovere, nello spirito rotariano del servire e nel segno dell’attenzione alle persone in difficoltà ricordando Barbara Bona, la cui mamma ha lasciato in suo nome una significativa donazione vincolandone il nome al Premio Testimonianza. Tra i motivi della serata anche la scelta del mese di aprile che nel calendario roatriano internazionale è dedicato alla salute materna ed infantile.

Il Presidente Rogantini  successivamente ha consegnato alla prof.ssa Gianna Bacci il premio dedicato al “Mondo di Elisa”. Accomuna le due istituzioni, l’una pubblica e con 600 anni di storia, l’altra privata e sorta alla fine del secolo trascorso, l’attenzione all’infanzia e all’educazione sotto tutti i punti di vista. E’ un punto sul quale il presidente Rogantini ha investito molte delle risorse di quest’anno, inserendosi nell’azione del Firenze Est verso le giovani generazioni, sia in ambito rotariano (con la partecipazione ai RYLA internazionale a Parigi e interdistrettuale con gli amici del 2072) che in quello della società più vasta (100 artigiani) e cui si riconduce anche il Testimonianza.

Gli Innocenti, infatti, è impegnato nell’'attività di tutela dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza anche per l’orientamento e accompagnamento delle politiche, come ente di riferimento per gli interventi pubblici. Possiede tre case di accoglienza dove vengono ospitati bambini e madri dal territorio toscano, indirizzati dai servizi sociali e dall'autorità giudiziaria, tre asili nido aperti a tutti e di recente ha rinnovato il proprio Museo nella sede storica di Piazza SS. Annunziata. La storia di Pianeta Elisa, che fin dalla dedica ad una persona speciale ci pone in sintonia con il significato del Testimonianza, è più recente(1999) perché nasce dall’esperienza di Elisa, una ragazza affetta da tetraparesi spastica, dalla sua voglia di vivere, dal suo amore per i cavalli, dall’impegno e dall’amore dei familiari. Molti conoscono l’attività di ippoterapia svolta dall’associazione e l’impegno per una vita indipendente dei disabili. Forse meno conosciuta è la possibilità di andarci (casa di ospitalità) e comprendere anche l’ambiente in cui opera.
Sul premio e sulle attività del Rotary Club Firenze Est, il quotidiano “La Nazione” ha dedicato un articolo di Caterina Ceccuti, pubblicato venerdì 21, il giorno seguente il premio.